fbpx
Stiamo caricando

Il coniglio che scoprì la luna // Il sole di Hiroshima. Cerimonia delle lanterne galleggianti

Il coniglio che scoprì la luna // Il sole di Hiroshima. Cerimonia delle lanterne galleggianti

Il 6 agosto  torna a Bologna Il Sole di Hiroshima, la cerimonia delle lanterne galleggianti in ricordo delle vittime della bomba atomica che travolse la città di Hiroshima durante il secondo conflitto mondiale. L’evento, giunto alla nona edizione, è organizzato a scopo di beneficenza da Nipponica, festival di cultura giapponese, e si terrà presso il parco del Cavaticcio.

  • ore 17.30 Watanoha Smile: un progetto, infiniti sorrisi – incontro con Tomo Inugai
  • ore 18.30 il laboratorio per bambini a cura di Tomo Inugai
  • ore 18.30 distribuzione delle lanterne galleggianti (fino ad esaurimento)
  • ore 19.30 Red Moon una performance di live painting e live music in cui l’illustratore croato Danijel Zezelj, le cui opere sono state pubblicate anche dal The New York Times Book Review e da Marvel Comics, disegnerà ispirato dalla musica del compositore e produttore Stefano Bechini
  • ore 20.30 // spettacolo – Il coniglio che scoprì la luna
    con Donatella Allegro e Nicola Bortolotti
    a cura di Giacomo Pedini 
    Emilia Romagna Teatro Fondazione
    Ritessendo i fili di una vecchia storia, che narra di sapere e di scelte, di conoscenza e morale, una lettura con Donatella Allegro e Nicola Bortolotti intorno all’intricato e irrisolto legame fra scienza ed etica. Nel ricordo della tragedia di Hiroshima e dell’incidente di Fukushima, fino a quali confini giunge il nostro desiderio di scoperta e la téchne che ne consegue?
  • ore 21.30 la cerimonia delle lanterne galleggianti

Ingresso libero

Durante la serata chiunque farà una piccola donazione riceverà una lanterna galleggiante in carta che potrà personalizzare con una dedica, una preghiera o un disegno. Quando il cielo inizierà a imbrunire comincerà la cerimonia: tutti i partecipanti accenderanno la propria lanterna e la poseranno sulle acque del laghetto del Cavaticcio, illuminando il parco con la tremolante luce di 1.000 candele e dando vita a un momento di riflessione e preghiera personale, ma al contempo condiviso, per sostenere la pace e l’armonia.
L’intero ricavato della serata sarà devoluto a due associazioni, una giapponese e una bolognese, entrambe attive nella tutela dei bambini” ha aggiunto Matteo Casari. Una metà dei fondi raccolti andrà all’associazione giapponese Watanoha Smile, che ha operato per il recupero psicologico dei bambini vittime dello tsunami del 2011 aiutandoli a realizzare giochi con le macerie lasciate dall’onda nel cortile della loro scuola e che tiene viva la memoria dell’accaduto con una mostra di tali creazioni. L’altra metà dei fondi andrà invece all’Associazione Pollicino, che affianca i bambini curati al Pronto Soccorso pediatrico “Gozzadini” di Bologna, a supporto di un progetto volto a ridurre la paura e l’angoscia provate dai piccoli pazienti ricoverati rendendo più accogliente la struttura decorando i muri del Pronto soccorso con l’intervento artistico del writer Marco Alpi.

Il Sole di Hiroshima è ideato e organizzato da Nipponica, con il patrocinio del Ministero degli Affari Esteri, del Consolato Generale del Giappone a Milano, della Regione Emilia-Romagna, del Comune di Bologna e dell’Alma Mater Studiorum – Università di Bologna. L’evento rientra inoltre nell’ambito di L’Altra Sponda – Bologna Estate 2019.

www.nipponica.it