fbpx
Stiamo caricando

Il Negro del Narciso di Cantieri Meticci al Teatro San Martino

Il Negro del Narciso di Cantieri Meticci al Teatro San Martino

CANTIERI METICCI PRESENTA

IL NEGRO DEL NARCISO
regia PIETRO FLORIDIA

dal 19 al 23 novembre ore 20.30
domenica 24 ore 16

TEATRO SAN MARTINO Via Oberdan 25

INFO E PRENOTAZIONI info@cantierimeticci.it 3395972782

C’era un falso mito del “negro” che bisognava demolire a tutti i costi
Frantz Fanon

“Il Negro del Narciso”, romanzo che apre la stagione più feconda di Joseph Conrad, è la storia di una nave sconvolta dall’ingresso a bordo di James Wait, il nero di origini antillane che con la sua presenza scatena reazioni opposte nei membri dell’equipaggio e sconvolge l’ordine della nave, fino a un tentativo di ammutinamento. Proponendone una riscrittura contemporanea, Cantieri Meticci dà vita ad un’opera a metà tra spettacolo e installazione, in cui il migrante, l’africano– bollato come il nemico originario ed eterno – è visto come una figura sia reale che creata dall’immaginario occidentale.
Un centinaio di spettatori vengono condotti all’interno della nave Narciso. A ciascuno viene consegnato un piccolo sgabello con il quale, all’inizio, può aggirarsi nei labirintici meandri dei cubi/cabine del mercantile. Si tratta di un’istallazione nella quale l’artista Sara Pour ha sperimentato i materiali e le forme più disparate per indagare le diverse declinazioni della natura fantasmatica dell’Altro.
Poi il viaggio incomincia e, di capitolo in capitolo, in consonanza con le metamorfosi che la figura di James Wait assume nell’immaginario dei membri dell’equipaggio, anche i cubi/cabine del Narciso si mettono in movimento, andando a modificare ripetutamente l’assetto spaziale, e con esso il punto di osservazione degli spettatori nonché la loro relazione con i nove interpreti.
Lo spettacolo ha debuttato nel festival Atlas of Transitions Biennale HOME - promosso da ERT nell'ambito del progetto europeo Atlas of Transitions (programma Creative Europe dell'Unione Europea)
A partire dai primi di novembre l’istallazione ospiterà laboratori di narrazione, teatro fisico, collages e videodisegno aperti alla città.

regia e drammaturgia PIETRO FLORIDIA
aiuto-regia ANTONIO DI CASTRI, FRANCESCO SIMONETTA
scenografie e opere artistiche SARA POUR
allestimento MICHELE CASALE, OUALID EL MESKINI, HAMED FOFANA, LAMIN KIJERA, LUANA PAVANI, ROBERTA PIZZI
in scena CAMILLO ACANFORA, YOUNES EL BOUZARI, PIETRO FLORIDIA,HAMED FOFANA, LAMIN KIJERA, NICOLA GENCARELLI, ANTAR MOHAMMED MARINCOLA, MATTEO MIUCCI