Stiamo caricando

L’Arena del Sole in Cineteca - Petri, Pirro e Volonté

L’Arena del Sole in Cineteca -  Petri, Pirro e Volonté

In occasione dello spettacolo La classe operaia va in paradiso (regia di Claudio Longhi), in scena all'Arena del Sole dal 14 al 18 febbraio.

Elio Petri, Gian Maria Volonté e Ugo Pirro: tre figure chiave del cinema italiano per tre capolavori, proiettati dalla Cineteca di Bologna in occasione della messa in scena della Classe operaia va in paradiso. Un reimmergersi nell'Italia a cavallo tra gli anni '60 e '70, quando si spegnevano i sogni del “boom” economico ed esplodevano quelle contraddizioni sociali che ancora attraversano il nostro presente. 

Lunedì 12 febbraio // ore 17.30 // Cinema Lumière
INDAGINE SU UN CITTADINO AL DI SOPRA DI OGNI SOSPETTO 
(Italia/1970) di Elio Petri (112') 
Il capo della sezione omicidi uccide l'amante nel giorno della promozione al vertice dell'ufficio politico. Produce indizi a proprio carico per dimostrare come l'autorità renda insospettabili. Sullo sfondo si inasprisce la tensione tra forze dell'ordine e contestazione. Petri intercetta lo spirito dei tempi con un film politico virato al grottesco. I continui spostamenti temporali saldano l'immagine del potere come autoritarismo e oppressione alla psicologia ossessiva e puerile del commissario di Volonté. Restaurato da Sony Columbia presso il laboratorio L'Immagine Ritrovata della Cineteca di Bologna. (aa) 


Mercoledì 14 febbraio  // ore 17.30 // Cinema Lumière
SCRIVERE IL TEATRO VS. / SCRIVERE IL CINEMA
dialogo tra Paolo Di Paolo e Claudio Longhi, con pillole dal copione lette da Donatella Allegro, Michele Dell'Utri, Eugenio Papalia e Simone Tangolo

Segue:
LA CLASSE OPERAIA VA IN PARADISO 
(Italia/1971) di Elio Petri (125') 
La vertiginosa metamorfosi dell'operaio Lulù, da stakanovista del cottimo ad attivista e scioperante a oltranza. L'incidente emblematico e concreto che determina la sua trasformazione è la perdita di un dito durante il lavoro in fabbrica, momento culminante che determina una presa di coscienza complicata da tendenze all'alienazione e all'isolamento. Apologo sulla classe operaia nel periodo delle lotte sindacali dei primi anni Settanta, ne sviscera con forza le contraddizioni trovando un interprete geniale in Gian Maria Volonté. (rch). Copia proveniente da CSC – Cineteca Nazionale 


Mercoledì 21 febbraio // ore 18 // Cinema Lumière
A CIASCUNO IL SUO 
(Italia/1967) di Elio Petri (99') 
In un paesino siciliano, un professore di liceo indaga sull'omicidio di un amico, non credendo alla pista del delitto d'onore, e svela una fitta trama d'intrighi e criminalità mafiosa. Prima sceneggiatura (premiata a Cannes) firmata da Petri con Ugo Pirro, dal romanzo omonimo di Leonardo Sciascia. È un giallo politico, "un poliziesco speciale con un morto e senza poliziotti" (Pirro), dove l'assenza delle autorità è metafora dell'assenza dello Stato nella lotta alla mafia. (aa) 

 

Info e biglietti: scopri di più sul sito delle Cineteca

  • per gli abbonati dell’Arena del Sole e per i possessori dei biglietti dello spettacolo teatrale: ingresso a €5 in Cineteca
  • per gli Amici della Cineteca e per i possessori dei biglietti dei film: sconto del 30% all’ Arena del Sole

 

In collaborazione con