Stiamo caricando

I Progetti Speciali

Realizzati in collaborazione con il Centro La Soffitta – Dipartimento delle Arti dell’Università di Bologna, i progetti ospiteranno a Bologna, da ottobre 2017 a maggio 2018, le creazioni più significative di Cuocolo / Bosetti IRAA Theatre, Workcenter of Jerzy Grotowski and Thomas Richards, Cristiana Morganti, Punta Corsara, Enzo Moscato.

Il nostro teatro quotidiano. Per Cuocolo/Bosetti IRAA Theatre

All’interno del programma di VIE Festival 2017

Renato Cuocolo e Roberta Bosetti si conoscono, lavorano insieme e si innamorano nell’estate del 1996. Prima di allora, Roberta aveva lavorato con Strehler, Tiezzi, Malosti, mentre Renato Cuocolo aveva fondato nel 1978 il Teatro dell’Ira, presso l’ospedale psichiatrico di Trieste diretto da Basaglia, che a Melbourne nel 1988 muterà in IRAA Theatre. In Australia, i due compagni di arte e di vita hanno riscosso successi straordinari e il loro teatro è diventato sempre più inscindibile dalle loro stesse biografie.

Roberta va in hotel

Dal 15 al 19 ottobre // Nuovo Hotel del Porto

Roberta va in hotel (Private Eye) risale al periodo in cui Roberta e Renato lasciano la casa in cui abitano per sperimentare la convivenza nei luoghi transitori delle hotel rooms: Renato C. chiede ad un investigatore privato di seguire e filmare sua moglie Roberta B.; da quel materiale, illecito e intimo, nasce Private Eye, presentato nelle stanze di un hotel per uno spettatore alla volta.

Roberta va sulla luna

20 ottobre // Teatro Arena del Sole

Roberta va sulla luna indaga la memoria e gli oggetti che riemergono dalla casa d’infanzia. «Quest’ultimo lavoro ha iniziato ad annunciarsi – affermano i due – dopo aver trovato nel magazzino di casa delle vecchie riviste. Un’edizione speciale di OGGI che celebrava con foto a colori l’allunaggio dell’Apollo 11 nel Mare della Tranquillità. Ci siamo forse innamorati del titolo: Roberta va sulla luna. Oppure, ed è più probabile, qualcosa sulla terra non ci convince». 

Roberta fa una passeggiata

Dal 21 al 22 ottobre // Piazza Maggiore

The Walk è la storia della perdita di qualcuno e allo stesso tempo la reazione spontanea di chi quella perdita l’ha subita. Protagonista è Roberta Bosetti, e quel “qualcuno” un suo amico di Vercelli, città di origine dell’attrice. Roberta Bosetti ha fatto così di un drammatico ricordo della sua vita materia organica per questo spettacolo itinerante.

Il ritorno del Workcenter of Jerzy Grotowski and Thomas Richards

Nell’ambito del secondo progetto speciale, sempre in collaborazione con Il Centro La Soffitta, ERT ospita due spettacoli del Workcenter of Jerzy Grotowski and Thomas Richards. Fondato nel 1986 su invito del Centro per Sperimentazione e la Ricerca Teatrale di Pontedera (ora Fondazione Pontedera Teatro), il Workcenter è stato il fulcro del lavoro di Grotowski per lo sviluppo di una linea di “ricerca sulle arti performative” conosciuta come “Arte come veicolo”.

Dark Is My Mother

30 novembre e 1 dicembre // luogo e orari da definire

Dark Is My Mother è un omaggio alle diverse manifestazioni dell’antica e potente tradizione popolare relativa a una divinità femminile. Il lavoro esplora la pratica del riunirsi e creare comunità tra donne, apre la porta di un mondo in cui i giochi, le immaginazioni, le memorie, i drammi e le tentazioni delle donne si intrecciano nel canto, nella danza, nel render grazie. Il retroterra ancestrale delle donne dell’Open Program è vasto: mediterraneo, slavo, africano e sudamericano. 

Incontro cantato

2 dicembre // ore 20.30 // Centro di Ricerca Musicale – Teatro San Leonardo

Incontro cantato permette una partecipazione fluida e attiva da parte di tutti i presenti, è un evento libero e gratuito, aperto a tutti senza limitazioni, a cui ognuno è invitato delicatamente a prendere parte. Questo incontro, sostenuto da canti della Diaspora africana e guidato gentilmente da un nucleo di artisti preparati, permette alle persone di entrare in contatto l’una con l’altra e con sé stesse attraverso il canto, la danza e la semplice presenza in un contesto partecipativo.