Stiamo caricando

Art + Feminism

edit-a-thon collettivo

Altri spazi

A proposito di questo evento

8 marzo // ore 14.30 // DAMSLab
partecipazione gratuita

La costruzione del sapere non è neutra. Sapevi che solo il 17% delle biografie pubblicate su Wikipedia è dedicato a figure femminili? E che solo il 15% dei redattori è donna?
Nato con l’intento di colmare il gap di genere che caratterizza le voci di Wikipedia, ideato in collaborazione con la Wikipedia Foundation e sviluppato in più di 35 Paesi del mondo, il progetto internazionale Art+Feminism arriva a Bologna e coinvolge gli adolescenti di 6 classi di 4 Istituti Superiori di Bologna. Dopo un lavoro di studio, ricerca e redazione compiuto nei mesi passati, l’8 marzo – in occasione della festa delle donne – i ragazzi coinvolti nel progetto si danno appuntamento per animare un Edit-a-Thon collettivo, in cui pubblicare online le voci di attiviste, artiste, combattenti, filosofe, militanti, cantanti, donne che si sono distinte in diversi campi del sapere, provenienti dall’Iran, Algeria, Cuba, Ruanda, Egitto, Palestina, Italia, Polonia, Libia, Etiopia, Nigeria e tanti altri paesi.

 

Dati

coordinamento e assistenza alla redazione Silvia Bertolini
supervisione WikiDonna Camelia Boban
assistenza tecnica Konstancja Dunin-Wasowicz
con le scuole Liceo Francesco Arcangeli, Liceo Laura Bassi, Liceo Luigi Galvani, Liceo Albert Bruce Sabin (Bologna)

Un ringraziamento speciale a Emanuela Dogliotti, Marta Delatte e ai professori coinvolti nel progetto Carlotta Bendandi, Olivia Borelli, Mirca Buttazzi, Giorgio Canellini, Fabio Chiodini, Lucia Geraci, Roberta Resmini, Flavia Santonico

Art+Feminism 
È un progetto internazionale nato nel 2014 e sviluppato in 35 Paesi – tra i quali Africa, Asia, America Centrale, India, Messico, Federazione Russa, Medio Oriente, Oceania – che coinvolge musei, centri d’arte, scuole, case private, spazi di ricerca, università. Ideato in collaborazione con la Wikipedia Foundation con l’intento di agire contro razzismo e sessismo, A+F – attualmente diretto da Mack McKensie – prevede l’attivazione di maratone editoriali “Edit-a-thon” (contrazione di “edit” e “marathon”) con l’obiettivo di arricchire/creare nuove voci di Wikipedia dedicate a figure di donne, eventi e tematiche che le riguardano, e volta a incoraggiare la partecipazione delle donne nella produzione di contenuti dell’enciclopedia fondata sull’idea di un accesso aperto alle risorse e ai saperi. Dalla sua fondazione Art+Feminism ha supportato più di 280 edit-a-thon in diverse città del mondo, creando e migliorando ben 4.600 articoli.

www.artandfeminism.org