Stiamo caricando

Dark Is My Mother

Altri spazi

A proposito di questo spettacolo

Presso il Circolo Ufficiali – Palazzo Grassi
in collaborazione con Centro La Soffitta – Dipartimento delle Arti dell’Università di Bologna

Un lavoro  in fieri delle donne dell’Open Program – Anteprima

Spettacolo in inglese

Dark Is My Mother è un omaggio alle diverse manifestazioni dell’antica e potente tradizione popolare relativa a una divinità femminile. Il lavoro esplora la pratica del riunirsi e creare comunità tra donne, apre la porta di un mondo in cui i giochi, le immaginazioni, le memorie, i drammi e le tentazioni delle donne si intrecciano nel canto, nella danza, nel render grazie.
Il retroterra ancestrale delle donne dell’Open Program – il gruppo di lavoro diretto da Mario Biagini ospitato al Workcenter dal 2007 – è vasto: mediterraneo, slavo, africano e sudamericano. In tutte queste culture esistono storie, poesie e miti che descrivono un’entità femminile – vista come madre ed energia creativa, ma anche come forza distruttiva e terribile che decide del destino dell’umanità. Questa conoscenza, un tesoro costudito nel cuore delle donne, è minacciata ma sempre segretamente nutrita. Dark Is My Mother è una risposta contemporanea alla storia e al mito, e porta in sé i semi di un’umanità in continua trasformazione. Un’umanità che si arricchisce integrando liberamente elementi di origine diversa.
È una visione, declinata al femminile, del modo in cui le tradizioni possono rivivere e rinnovarsi nel grembo dell’umanità migrante dei nostri tempi.

Dati artistici

regia di Mario Biagini
con Agnieszka Kazimierska, Pauline Laulhe, Felicita Marcelli, Graziele Sena Da Silva
Il Workcenter of Jerzy Grotowski and Thomas Richards è attivo nell’ambito del Teatro della Toscana – Centro per la Sperimentazione e la Ricerca Teatrale