fbpx
Stiamo caricando

Il giardino dei ciliegi

Arena del Sole
Sala Leo de Berardinis

A proposito di questo spettacolo

Il giardino dei ciliegi si apre e si chiude in una stanza speciale, ancora oggi chiamata stanza dei bambini. Tra poco arriveranno i padroni, hanno viaggiato molto, vissuto e dissipato la loro vita. Bambini invecchiati che tornano a casa. Tuttavia il sentimento che pervade l’opera non ha a che fare con la nostalgia o i rimpianti ma con qualcosa di indissolubilmente legato all’infanzia, come certi organi misteriosi che possiedono i bambini e che si atrofizzano in età adulta. L’incombere della scure sul giardino provoca un senso di dolore sconosciuto, un risvegliarsi di quegli organi non ancora del tutto spenti nella loro funzione vitale. Un dolore che non ha nome e che solo guardando negli occhi il bambino che siamo stati potrà placarsi. Non c’è trama, non accade nulla, tutto è nei personaggi. Una partitura per anime in cui i dialoghi sono monologhi interiori che si intrecciano e si attraversano. Un unico respiro, un’unica voce. 

Durata: 170 minuti compreso intervallo 

Dati artistici

di Anton Pavlovič Čechov
regia Alessandro Serra
produzione Sardegna Teatro, Accademia Perduta Romagna Teatri, Teatro Stabile del Veneto, TPE-Teatro Piemonte Europa, Printemps des Comediéns (Montpellier)
in collaborazione con Compagnia Teatropersona, Triennale Teatro dell'Arte di Milano

foto di Alessandro Serra

Ancora più Teatro?

Questo spettacolo è parte dei seguenti abbonamenti:

Passione Arena A, B, C Passione Arena DOMENICA

Se ti piace Il giardino dei ciliegi ti suggeriamo anche:

dal 03/03/2020
al 08/03/2020
Teatro delle Moline
Uno spettacolo sul ‘68, in cui parola, musica e video fanno dialogare le lotte di ieri con quelle di oggi
dal 17/12/2019
al 22/12/2019
Arena del Sole
Sala Thierry Salmon
Una grande lezione sulle conseguenze tragiche dell'estremismo conservatore, raccontata dal premio Nobel Elias Canetti
dal 26/03/2020
al 29/03/2020
Arena del Sole
Sala Leo de Berardinis
La storia del Calebbano, personaggio ambiguo e senza scrupoli, che vuole trasformare Napoli in Eternapoli, un grande parco di divertimenti

La terra desolata

(The Waste Land)
dal 13/12/2019
al 15/12/2020
Teatro delle Moline
Il capolavoro di T.S. Eliot, dalla tradizione letteraria al mito, dalla storia all’epica, dalla religione all’antropologia culturale

Lingua Madre

(titolo provvisorio)
dal 26/05/2020
al 30/05/2020
Arena del Sole
Sala Leo de Berardinis
Un gruppo di persone molto diverse risponde a un questionario sulla maternità con parole, musica, azioni