Stiamo caricando

Non normale, non rassicurante. Il teatro di Caryl Churchill

Teatro delle Moline

A proposito di questo incontro

Lecture sulla grande drammaturga contemporanea britannica e il suo linguaggio rivoluzionario, con la lettura scenica del suo testo Porci e Cani (per la regia di Giorgina Pi), che ripercorre la storia dell’omosessualità in Africa e denuncia le gravi violazioni dei diritti umani in Uganda dovute a leggi omofobe di matrice coloniale.

Paola Bono è curatrice dell’edizione italiana dell’opera di Caryl Churchill. Ha insegnato al corso di laurea DAMS nell’Università di Roma 3 e ha scritto numerosi saggi sul teatro e la drammaturgia.

Porci e Cani  è l’ultima creazione di Caryl Churchill, andata in scena nell’estate del 2016 al Royal Court a Londra. È un testo che è anche e soprattutto un gesto teatrale, un’invettiva feroce e poetica della durata di 20 minuti circa. È diventata per noi un agit-prop del presente che parla dell’Uganda e prima ancora dell’Africa dove in 34 paesi l’omosessualità è illegale e le leggi ugandesi sono tra le più severe. Caryl Churchill addensa Africa, colonialismo, sospensione dei diritti umani, resistenza e lotta contemporanea in un gesto d’accusa e di poesia.

Giorgina Pi

INGRESSO LIBERO

Dati

a cura di SIL (Società Italiana delle Letterate)