Stiamo caricando

Tania Bruguera | School of Integration

lezione #2 Africa Occidentale

Altri spazi

A proposito di questo evento

2 marzo // ore 18 // DAMSLab
partecipazione gratuita

TANIA BRUGUERA
progetto speciale per Atlas of Transitions Biennale 

Nata dall’idea dell’artista e attivista cubana Tania Bruguera, School of Integration è una scuola temporanea modellata sulle scuole di integrazione di stampo tedesco rivolte ai migranti nuovi arrivati, ma ne ribalta la prospettiva: a condurre le 10 lezioni saranno infatti i membri di altrettante comunità straniere residenti a Bologna che insegneranno sapienze del corpo, competenze artigianali, poesie orali, pratiche simboliche, tradizioni culinarie, contaminazioni musicali, elementi della propria cultura che sono orgogliosi di condividere. Basato sull’idea di una partecipazione larga e meticcia, le lezioni sono aperte e rivolte a tutte le persone interessate.

***

Lezione #2 Africa Occidentale
Dimmi che pagne vuoi e ti dirò chi sei
alla scoperta dei messaggi nascosti nelle colorate stoffe africane

Le stoffe africane parlano, sono messaggi in codice che raccontano desideri, avvertimenti, affetti. Tra i numerosissimi tessuti provenienti dall’Africa Occidentale e Sub-Sahariana, saranno esposti e analizzati i wax provenienti da Costa d’Avorio, Gambia, Senegal e Nigeria, e i bogolan, i tessuti dipinti a mano del Mali. Saranno spiegate le tecniche di produzione, le simbologie, i proverbi che li accompagnano, soprattutto quelli legati al tema della casa, della famiglia, del matrimonio, della gelosia, dell’invidia, del divorzio, del tradimento, dell’importanza dei figli, della seduzione, della fedeltà, dell’intimità coniugale, del prestigio sociale, dei conflitti tra marito e moglie, dell’alfabetizzazione dei figli.I sarti inoltre daranno la possibilità concreta di mettersi all’opera, ritagliare e cucire per creare, al momento, un prodotto sartoriale. L’idea è quella di scoprire insieme il linguaggio dei pagnes e comunicare qualcosa di inedito attraverso l’accostamento, che ciascun corsista sceglierà, di materiali, stoffe e morceaux di proverbi, che rimandano alle relazioni, alle abitudini e ai sentimenti che si vivono in tutte le case del mondo.

Dati

progetto speciale per  Atlas of Transitions Biennale
lezione in collaborazione con Centro Interculturale Zonarelli e Associazione Vicini d'Istanti

Vicini d’Istanti
È un’associazione di promozione sociale nata per favorire il cambiamento della percezione dei migranti in Italia, per promuovere nuove forme di cittadinanza inclusive, per incentivare occasioni di conoscenza e scambio culturale con la popolazione locale. Nello specifico promuove progettualità lavorative di singoli immigrati, fornendo un servizio di consulenza e facilitazione nell’avviamento di piccoli progetti imprenditoriali, tra cui la sartoria sociale; favorisce la conoscenza e lo scambio interculturale, attraverso l’organizzazione di momenti conviviali quali feste, laboratori, sfilate di moda, conferenze, gite, e attraverso la diffusione cartacea e multimediale di quanto creato, condiviso e approfondito insieme; pratica forme di ricreazione intesa come rigenerazione urbana, cambiamento sociale tangibile in città.
Gli ambiti nei quali l’associazione Vicini d’Istanti è attiva sono: intrattenimento, con allestimento e organizzazione di eventi, sfilate, laboratori creativi; moda e arredamento, con realizzazione di capi d’abbigliamento, accessori, bigiotteria, complementi d’arredo; formazione, con l’organizzazione di corsi di italiano, alfabetizzazione informatica, pre-patente, corsi di sartoria di livello base e livello intermedio.
facebook/Vicinid’Istanti