Stiamo caricando

Tania Bruguera | School of Integration

lezione #4 Marocco

Altri spazi

A proposito di questo evento

4 marzo // ore 18 // DAMSLab
partecipazione gratuita

TANIA BRUGUERA
progetto speciale per Atlas of Transitions Biennale 

Nata dall’idea dell’artista e attivista cubana Tania Bruguera, School of Integration è una scuola temporanea modellata sulle scuole di integrazione di stampo tedesco rivolte ai migranti nuovi arrivati, ma ne ribalta la prospettiva: a condurre le 10 lezioni saranno infatti i membri di altrettante comunità straniere residenti a Bologna che insegneranno sapienze del corpo, competenze artigianali, poesie orali, pratiche simboliche, tradizioni culinarie, contaminazioni musicali, elementi della propria cultura che sono orgogliosi di condividere. Basato sull’idea di una partecipazione larga e meticcia, le lezioni sono aperte e rivolte a tutte le persone interessate.

***

Lezione #4 Marocco
Alla scoperta dello zájal: arte poetica e sonorità arabe

Nello stesso periodo in cui in Occidente dilagavano i Rolling Stones e i Beatles, in Marocco è nato un gruppo musicale chiamato Nass El Ghiwane, il cui successo si è diffuso in poco tempo anche fuori dei confini nazionali, fino a diventare il simbolo di un movimento culturale e politico di un’intera generazione negli anni ‘70. Questo gruppo ha fondato il suo successo sulla valorizzazione dei canti e della poesia popolare marocchina: le loro canzoni prendono spesso la metrica dello zajal, un’antica forma poetica della tradizione. La serata prevede un percorso attraverso le loro canzoni e negli anni di successo del gruppo, accompagnato da altri riti come quello del tè Sahrawi e della sua preparazione.

Lezione condotta da Sana Darghmouni
Rito del tè curato da Hajiba Radouane e Abderrahmene Jahbli
Con la partecipazione di Jahbli Adil LasryToufik Elazrak e Halima Benbouchaib

Dati

progetto speciale per  Atlas of Transitions Biennale
lezione in collaborazione con Centro Interculturale Zonarelli e ALMI Associazione Lavoratori Marocchini in Italia

ALMI Associazione Italiana dei Lavoratori Marocchini
È una realtà giovane, creata da un gruppo di lavoratori marocchini residenti a Bologna. Modello per le associazioni marocchine presenti in Italia, opera con finalità di solidarietà sociale, civile e culturale, senza scopo di lucro. Nel 2015 ha organizzato, in collaborazione con Kinodromo, il Festival Cine Maroc – مهرجان السينما المغربية بإيطاليا, dedicato al cinema marocchino e inteso come un’occasione di dialogo interculturale, volto a promuovere la conoscenza dell’arte e della cultura del Marocco e a consolidare l’integrazione tra i Paesi del Mediterraneo.

Video