Stiamo caricando

Unleashing ghosts from urban darkness

performance itinerante

Altri spazi

A proposito di questo evento

17 giugno // ore 18 //  Memoriale della Shoah (partenza)
progetto speciale per Bologna

evento gratuito

Unleashing ghosts from urban darkness [Scatenare i fantasmi dall’oscurità urbana] unisce dimensione installativa e pratiche performative utilizzando il corpo come strumento cartografico. Il progetto coinvolge performer e giovani di diverse provenienze geografiche che hanno mappato un’area estesa della città dalla periferia al centro. La mappatura è realizzata attraverso le istruzioni del metodo coreografico EM Tools, ideato da Alessandro Carboni, artista interdisciplinare e ricercatore attivo tra Europa ed Estremo Oriente, che esplora le relazioni tra corpo, spazio urbano e cartografia. Una guida tradotta in 8 lingue scandisce le fasi del lavoro a partire dall’acquisizione di forme, situazioni e accadimenti urbani, declinati in scritture coreografiche lungo un percorso che prende avvio dal Memoriale della Shoah.

Dati

di Alessandro Carboni
con i partecipanti del laboratorio EM tools
Giulia Morini, Rebecca Neri, Aurora Vinci, Giulia Nesi, Chiara Calogero, Anik Rayhan, Lamin Ceesay, Jian Zhu (Giacinta), Andreea Ioana Amihaesei, Peng Xuejian, Zhou Xiaoyu, Lu Pengfei, Daniella DeDivitiis Soria, Alexandru Enache, Mengyuan Zhong (Sara), Mihaly Kovacs, Piero Sciavilla, Mousa Alnaanah
assistenza Chiara Castaldini
organizzazione Francesca Divano
produzione Formati Sensibili 2018
in collaborazione con DAMSLab

 

Alessandro Carboni
Artista interdisciplinare e ricercatore attivo tra Europa ed Estremo Oriente. Le sue ricerche teorico-pratiche esplorano delle relazioni tra corpo, spazio urbano e cartografia, che si traducono in reportage performativi composti da situazioni esplorate e accumulate negli spazi urbani sotto forma di mappe corporali. Ha sviluppato numerosi progetti di ricerca, mostre, performance presso festival, musei e gallerie in tutto il mondo. Negli anni ha sviluppato EM Tools for urban mapping and performance art practice, un metodo di composizione coreografica che utilizza il corpo come uno strumento di mappatura di eventi urbani nella loro estensione geometrica e temporale. Attualmente lavora come artista indipendente ed è direttore artistico della casa di produzione Formati Sensibili.

www.embodiedmaptools.com
www.alessandro-carboni.com
www.formatisensibili.net