Stiamo caricando

Atlas des Kommunismus

Arena del Sole
Sala Leo de Berardinis

A proposito di questo spettacolo

Con il permesso dell’imperatore tedesco, nell’estate del 1917 Lenin ha viaggiato in treno fino a San Pietroburgo, accendendo la scintilla che ha fatto scoppiare la Rivoluzione d’ottobre. Questo viaggio in treno, in qualche modo, ha lasciato un segno nei paesi attraversati: dal balcone del palazzo di Berlino, nel 1918 Karl Liebknecht ha cercato di proclamare la nascita della Libera Repubblica Socialista. Gli uomini dominano la storia.
Cento anni dopo, la direttrice argentina Lola Arias invita sul palco un gruppo di donne dai 10 agli 84 anni per raccontare storie sul comunismo. In scena le donne si raccontano, ricostruendo le loro vite e, più in particolare, quella di Salomea Genin. Figlia di una famiglia ebrea, Salomea Genin è stata costretta a fuggire dal regime nazionalsocialista rifugiandosi in Australia: qui si è avvicinata al sogno comunista, fino a decidere di supportare la costruzione di uno stato socialista in Germania. Salomea ha lavorato per la Stasi prima di realizzare che la Repubblica Democratica Tedesca era diventata uno stato di polizia. La sua storia è accompagnata in scena da quella di una traduttrice, di un’attrice, di una cantante punk, di una lavoratrice vietnamita, di una burattinaio, di una sedicenne attivista e di una studentessa di Berlino. Assieme raccontano il cantare canzoni comuniste di fronte alla fabbriche, la sorveglianza quotidiana, i concerti nelle chiese, le discussioni nei teatri durante la riunificazione, il bruciare centri d’asilo nella Germania Est fino a ricostruire cosa vuol dire richiedere asilo oggi; ne emerge un ritratto feroce del fallimento e del rialzarsi in piedi.

Spettacolo sovratitolato in italiano
Date uniche in Italia

Spettacolo collegato alla mostra “Revolutija” ospite al MAMbo

Dati artistici

regia Lola Arias
con Salomea Genin, Monika Zimmering, Ruth Reinecke, Mai-Phuong Kollath, Tucké Royale, Jana Schlosser, Helena Simon, Matilda Florczyk
musica dal vivo Jens Friebe
scene Jo Schramm
costumi Karoline Bierner
musiche Jens Friebe
video Mikko Gaestel
drammaturgia Aljoscha Begrich
produzione MAXIM GORKI THEATER

nell’ambito del festival UNITING BACKGROUNDS – THEATRE ON DEMOCRACY

foto di Ute Langkafel – MaiFoto

con il patrocinio del Goethe-Institut Mailand

Se ti piace Atlas des Kommunismus ti suggeriamo anche:

dal 14/11/2017
al 19/11/2017
Arena del Sole
Sala Thierry Salmon
dal 01/02/2018
al 04/02/2018
Arena del Sole
Sala Leo de Berardinis
dal 22/02/2018
al 25/02/2018
Arena del Sole
Sala Leo de Berardinis
dal 05/01/2018
al 07/01/2018
Arena del Sole
Sala Leo de Berardinis
11/04/2018
Arena del Sole
Sala Leo de Berardinis