Stiamo caricando

Cantieri Meticci | Il negro del Narciso

spettacolo

Altri spazi

A proposito di questo spettacolo

9 e 10 marzo // ore 21.00 // Teatro San Martino
prenotazione consigliata:  info@cantierimeticci.it / Alessia 328 5636392

Il negro del Narciso (1897) di Joseph Conrad è la storia di una nave sconvolta dall’’ingresso a bordo di James Wait. È il nero di origini antillane che con la sua presenza scatena reazioni opposte nei membri dell’equipaggio, sconvolge l’ordine della nave, fino a un tentativo di ammutinamento.
Proponendone una riscrittura contemporanea, Cantieri Meticci dà vita a un’opera a metà tra spettacolo e installazione, in cui il migrante, l’africano – bollato come il nemico originario ed eterno – è visto come una figura reale e fantasmatica. Gli spettatori, liberi di muoversi in uno spazio-labirinto composto da cubi-cabine della nave Narciso, incontrano gli interpreti alle prese con storie e azioni capaci di connettere le pagine del racconto ai fantasmi dell’Occidente.

Note

Prezzi
€ 9 intero / € 7 ridotto (under 35)

Dati artistici

liberamente tratto dal racconto omonimo di Joseph Conrad
regia e drammaturgia Pietro Floridia
aiuto-regia Antonio Di Castri, Francesco Simonetta
scenografie e opere artistiche Sara Pour
allestimento Michele Casale, Oualid El Meskini, Hamed Fofana, Lamin Kijera, Luana Pavani, Roberta Pizzi
in scena Camillo Acanfora, Younes El Bouzari, Pietro Floridia, Hamed Fofana, Lamin Kijera, Nicola Gencarelli, Antar Mohammed Marincola, Matteo Miucci, Alessandro Vuozzo

Cantieri Meticci
Collettivo nato con l’intento di mescolare le arti per mescolare le persone. Sono oltre venti i Paesi di provenienza degli artisti della compagnia, che pratica linguaggi diversi, dal teatro alla musica alla videoarte. Cantieri Meticci nasce nel 2014, dalla volontà del direttore artistico Pietro Floridia di portare a un livello professionistico l’esperienza maturata in oltre dieci anni di lavoro con rifugiati e richiedenti asilo all’interno della Compagnia Teatro dell’Argine. Il collettivo promuove laboratori teatrali diffusi capillarmente sul territorio bolognese (e non solo) che coinvolgono centinaia di persone, e realizza spettacoli corali che aprono la contemporaneità a una pluralità di prospettive e di letture. Fra questi Il Violino del Titanic (2014), Gli Acrobati (2015), Lost Generation (2017), Autostrada del Sud (2018).

facebook.com/cantierimeticci