Stiamo caricando

F. Perdere le cose

Arena del Sole
Sala Thierry Salmon

A proposito di questo spettacolo

F. non può entrare in scena con noi, ma è il protagonista dello spettacolo, il centro del dramma. F. lo abbiamo conosciuto un giorno che ci ha avvicinato e ci ha detto: io sono io. Da quel giorno abbiamo cominciato a provare insieme uno spettacolo che parlasse di lui, della sua storia, di chi è, del perché lui è lui. Insieme abbiamo ricordato, siamo incappati in buchi neri, pezzi rimossi, strappati, aperture vertiginose sull’abisso. Da quel giorno i confini dello spazio teatrale non sono stati più gli stessi.
Ci sono delle leggi per le quali F. è tenuto lontano dal palcoscenico e noi non possiamo farci niente. Tutto ciò che possiamo fare è trascorrere del tempo con lui, ascoltare, costruire, lasciarci andare all’incontro e tentare poi di raccontare che cosa significhi per noi la sua assenza. Proprio perché non è da nessuna parte F. è ovunque. Siamo quindi di fronte ad un’assenza enormemente ingombrante, che non potevamo non portare in scena.
Abbiamo quindi cominciato a domandarci: come si porta in scena un assente? Perché F. ci è tenuto lontano? Cosa dobbiamo temere da lui? È pericoloso? Come può entrare in scena senza salire sul palco? Che cosa, di lui, ci riguarda?
F. è uno spettacolo che parla della ostinata volontà di incontrare qualcuno che è difficilissimo incontrare, di un enorme smarrimento, del confine tra palco e platea, tra ciò che è legale e ciò che non lo è.
F. è, dopo “Il giardino dei ciliegi – Trent’anni di felicità in comodato d’uso”, una seconda foto sfocata scattata lungo la Via Emilia.
F. è la domanda difficilissima: cosa è giusto fare in questo momento?
F. è soprattutto F.

Dati artistici

scritto da Kepler-452 (Paola Aiello, Enrico Baraldi, Nicola Borghesi)
regia Nicola Borghesi
dramaturg Enrico Baraldi
in scena Nicola Borghesi, Tamara Balducci e, da qualche parte, F.
luci  Vincent Longuemare
spazio  Vincent Longuemare e Letizia Calori
costumi  Letizia Calori
video  Chiara Caliò
suoni  Bebo Guidetti
tecnico audio e video Alberto Irrera
capo elettricista Tiziano Ruggia
coordinamento  Michela Buscema
produzione Emilia Romagna Teatro Fondazione

 

foto Luca Del Pia

una produzione di F. Perdere le cose • Produzione Emilia Romagna Teatro

Se ti piace F. Perdere le cose ti suggeriamo anche:

dal 16/01/2020
al 19/01/2020
Arena del Sole
Sala Leo de Berardinis
dal 26/03/2020
al 29/03/2020
Arena del Sole
Sala Leo de Berardinis
dal 05/03/2020
al 08/03/2020
Arena del Sole
Sala Leo de Berardinis

Alla voragine

(Là dov’è l’ingresso, è anche l’uscita)
dal 12/05/2020
al 24/05/2020
Arena del Sole
Sala Thierry Salmon

Nel tempo degli dei

Il calzolaio di Ulisse
dal 06/02/2020
al 09/02/2020
Arena del Sole
Sala Leo de Berardinis