Stiamo caricando

Il canto della caduta

Liberamente ispirato al mito del regno di Fanes

Arena del Sole
Sala Leo de Berardinis

A proposito di questo spettacolo

Il mito di Fanes è una tradizione popolare dei Ladini, una piccola minoranza etnica (35.000 persone) che vive nelle valli centrali delle Dolomiti. È un ciclo epico che racconta della fine del regno pacifico delle donne e dell’inizio di una nuova epoca del dominio e della spada. È il canto nero della caduta nell’orrore della guerra. La figura principale del racconto è Dolasilla, principessa dei Fanes, costretta da suo padre (chiamato “il falso re”) a diventare una Tjeduya: una guerriera. Ovvero la mano armata del potere.
Mettere in scena Il canto della caduta significa raccontare la guerra cercando un modo per varcare i confini della irrappresentabilità dell’orrore che essa porta con sé.
In scena, ci saranno 10 robot analogici progettati e realizzati dalla scenografa Paola Villani: lo spettacolo si inserisce in una tradizione di teatro visuale e di figura, che scardina l’immaginario legato a questo settore proprio con la scelta di utilizzare, per la movimentazione, alcune tecnologie, comunemente applicate all’industria.

Dati artistici

di e con Marta Cuscunà
progettazione e realizzazione animatronica Paola Villani
assistente alla regia Marco Rogante
partitura vocale Francesca Della Monica
assistente alla realizzazione animatronica Filippo Raschi
distribuzione Laura Marinelli
co-produzione Centrale Fies, CSS Teatro stabile d'innovazione del Friuli Venezia Giulia, Teatro Stabile di Torino, São Luiz Teatro Municipal | Lisbona
in collaborazione con Teatro Stabile di Bolzano, A Tarumba Teatro de Marionetas | Lisbona

residenze artistiche Centrale Fies, Dialoghi– Residenze delle arti performative a Villa Manin, São Luiz Teatro Municipal, La Corte Ospitale
sponsor tecnici igus® innovazione con i tecnopolimeri; Marta s.r.l. forniture per l’industria

Marta Cuscunà fa parte del progetto ‘Fies Factory’ di Centrale Fies

Se ti piace Il canto della caduta ti suggeriamo anche:

dal 06/02/2019
al 10/02/2019
Arena del Sole
Sala Leo de Berardinis
Un viaggio 'genealogico' nella memoria: il tempo come sapere e dimenticanza, sapore e leitmotiv involontario
dal 09/11/2018
al 11/11/2018
Arena del Sole
Sala Thierry Salmon
Un testo sulla condizione della donna e sul potere dell'uomo. Una lotta verbale che alimenta incomprensioni
dal 07/02/2019
al 10/02/2019
Arena del Sole
Sala Thierry Salmon
Raccontare il presente dei migranti e degli sbarchi a Lampedusa nel momento della crisi
dal 12/02/2019
al 13/02/2019
Arena del Sole
Sala Leo de Berardinis
La musica di Paolo Fresu e un cast di attori di primo piano fanno rivivere il genio musicale di Chet Baker

Tito/Giulio Cesare

2 riscritture originali da Shakespeare
dal 04/04/2019
al 07/04/2019
Arena del Sole
Sala Leo de Berardinis
Due riscritture originali da Shakespeare in chiave contemporanea per riflettere sul concetto di potere