Stiamo caricando

Avremo ancora l’occasione di ballare insieme

Teatro Arena del Sole
Sala Leo de Berardinis

A proposito di questo spettacolo

Pippo e Amelia sono i protagonisti di questa storia.
Ballerini di tip tap, in passato coppia discretamente conosciuta e ormai dimenticata da tutti.
Dopo anni si rincontrano per partecipare al siparietto nostalgico di un varietà televisivo.

Liberamente ispirato al film Ginger e Fred (1986) di una grande icona cinematografica come Federico Fellini, il titolo viene dal ribaltamento di una frase che Amelia dice alla fine del film a Pippo: “Non credo che avremo ancora l’occasione di ballare insieme”.

Come in Quasi niente continua la ricerca della compagnia Deflorian/Tagliarini sul filo rosso che unisce le generazioni.
In scena, infatti, una coppia di trentenni, una di quarantacinquenni e una di sessantenni, anche se la coppia è una sola e si vede nello scorrere degli anni. Ognuno, ognuna può dialogare infatti con quello che è stato e sarà in un altro momento della vita. Avanti e indietro nel tempo, proprio come nei sogni, elementi così importanti per il grande regista romagnolo, che li ha disegnati fino alla fine dei suoi giorni. 


Note:
«Quando abbiamo riascoltato questo saluto malinconico che la Masina (già ammalata allora di quel male che se la portò via qualche anno dopo) fa allo sbandato Mastroianni non abbiamo potuto evitare di pensare anche a tutti noi. E a rilanciare un’occasione di incontro. La nostra è infatti prima di tutto una ballata dedicata agli artisti, al loro desiderio di essere un altro, alla loro determinazione a giocare per tutta la vita, a cadere ad ogni ciak, a mettere nei dettagli insensati la loro biografia più segreta, al loro smascherarsi “intenzionalmente senza intenzione” come ha detto Fellini parlando del lavoro dell’attore. È quindi è un progetto su Marcello Mastroianni. Su Giulietta Masina. È un progetto su Fred Astaire e Ginger Rogers. È un progetto su di noi. Un lavoro sulla coppia e un lavoro sul dialogo. Il dialogo come possibilità di procedere insieme, di generare azioni, anche immaginarie […] La scena del film che ci ha agganciato è il blackout durante il programma televisivo.
Nel film, infatti, appena Amelia e Pippo cominciano a danzare, un blackout fa piombare lo studio in un buio sconcertante. Pippo cerca di convincere Amelia ad andarsene, mentre nell’oscurità tra i due si crea una strana, profonda intimità. Chissà che cosa può cominciare da questa fuga? sussurra Mastroianni a Giulietta mentre stanno per abbandonare lo show dove non si sentono rappresentati. E questo buio, questo vuoto, questa sospensione diventano per noi un’occasione di osservare l’altro lato del nostro bisogno forsennato di farci vedere.”

Durata: 1 ora e 40 minuti


I consigli di lettura a cura del Patto per la Lettura Bologna.
Voci dal verbo LEGGERE | qualche domanda su libri e letture a Daria Deflorian in occasione dello spettacolo. 

Acquista a partire da 8,50

Dati artistici

un progetto di Antonio Tagliarini, Daria Deflorian
liberamente ispirato al film Ginger e Fred di Federico Fellini
interpretazione e co-creazione Francesco Alberici, Martina Badiluzzi, Daria Deflorian, Monica Demuru, Antonio Tagliarini, Emanuele Valenti
aiuto regia e collaborazione alla drammaturgia Andrea Pizzalis
consulenza artistica Attilio Scarpellini

luce Gianni Staropoli e Giulia Pastore
scene Paola Villani
suono
Emanuele Pontecorvo
costumi Metella Raboni
direzione tecnica Giulia Pastore
cura e promozione Giulia Galzigni / Parallèle
amministrazione Grazia Sgueglia
un ringraziamento a Lorenzo Grilli per il training tip tap e a ziamame per la collaborazione ai costumi
produzione Associazione culturale A.D., Teatro di Roma – Teatro Nazionale, ERT / Teatro Nazionale, Teatro Metastasio Prato
coproduzione Comédie de Genève, Odéon – Théâtre de l’Europe, Festival d’Automne à Paris, Théâtre populaire romand – Centre neuchâtelois des arts vivants, Théâtre Garonne – scène européenne et Centre Dramatique National Besançon Franche-Comté
con il sostegno di Interreg France-Suisse 2014-2020, programma europeo di cooperazione transfrontaliera nel quadro del progetto MP#3 e del Romaeuropa festival
residenze Ostudio Roma, Théâtre Garonne – scène européenne

foto e video di scena Andrea Pizzalis

si ringrazia PattoLetturaBo per i consigli di lettura

Acquista a partire da 8,50
una produzione di Avremo ancora l’occasione di ballare insieme • Produzione Emilia Romagna Teatro

Video

Trailer

Notizie utili

Cineteca di Bologna
04/02/2022
h 17:00
In occasione dello spettacolo Avremo ancora l’occasione di ballare insieme di Daria Deflorian e Antonio Tagliarini (in scena all’Arena del Sole dal...

Se ti piace Avremo ancora l’occasione di ballare insieme ti suggeriamo anche:

dal 19/10/2021
al 20/10/2021
Teatro Arena del Sole
Sala Leo de Berardinis
Acquista
a partire da 8,50

Con il vostro irridente silenzio

Studio sulle lettere dalla prigionia e sul memoriale di Aldo Moro
dal 09/02/2022
al 10/02/2022
Teatro Arena del Sole
Sala Leo de Berardinis
Fabrizio Gifuni si confronta con lo scritto più scabro e nudo della storia d’Italia: le lettere della prigionia e il Memoriale di Aldo Moro per una anti biografia della nazione.
Acquista
a partire da 8,50

Black Dick

Bugie bianche capitolo primo
dal 29/03/2022
al 03/04/2022
Teatro delle Moline
Mostrando la linea che lega l’immagine delle Black Panthers a quella dei rapper, decostruendo lo stereotipo di maschio nero per come la musica, il cinema, la letteratura lo propongono, Black Dick presenta una riflessione sulla necessità di una lotta comune per l’uguaglianza.
Acquista
a partire da 7,50
dal 14/12/2021
al 16/12/2021
Teatro Arena del Sole
Sala Leo de Berardinis
Chiara Guidi ha scelto tre fiabe dell’antica tradizione giapponese e le ha inserite in una rappresentazione che vede i bambini partecipare in prima persona.
Acquista
a partire da 6,50
dal 24/03/2022
al 27/03/2022
Teatro Arena del Sole
Sala Thierry Salmon
Nell’asfittica provincia siciliana, la giovane Alice vorrebbe fuggire verso un altrove lontano, magari più freddo ma più vitale. Un dramma familiare travestito da commedia, sugli archetipi del nostro Sud.
Acquista
a partire da 8,50