fbpx
Stiamo caricando

Voci da Lingua Madre

narrazione video in pillole

Altri spazi

A proposito di questo evento

2 dicembre // ore 21.00 // in streaming sulla pagina Facebook di Atlas of Transitions – Italia e sui canali Youtube e Facebook di ERT Fondazione

con la regista argentina Lola Arias

e gli attori Donatella Allegro, Angela Balzano, Marzia Bisognin, Chiara Bodini, Egon Botteghi, Giovanni D’Alessandro, Eloisa Gatto, Florette Zengue, Martina Zucchini

Lo spettacolo Lingua Madre di Lola Arias creato in collaborazione con nove abitanti di Bologna con diversi vissuti e provenienze, è un’indagine di teatro documentario sugli immaginari della maternità contemporanea. Il gruppo si è formato dopo una fase di studio e ricerca durata più di un anno e mezzo attraverso la raccolta di testimonianze, statistiche, fonti orali acquisite in dialogo con studiose e attiviste, doule e medici, operatrici sociali e avvocatesse, che operano a Bologna.
Voci da Lingua Madre è una narrazione in pillole del lavoro che Arias ha condotto a Bologna: la regista argentina e i protagonisti dello spettacolo raccontano impressioni, scelte di vita e desideri, dinamiche del lavoro teatrale collettivo, nel giorno in cui era previsto il debutto del lavoro, sospeso nel rispetto del DPCM del 3 novembre. Lo spettacolo Lingua Madre, prodotto da Emilia Romagna Teatro Fondazione e ideato per Atlas of Transitions Biennale, dà voce a narrazioni sommerse sulla maternità, prospettive di vita non riconosciute dalla legge, temi marginalizzati nel dibattito pubblico.

 

Dati artistici

Lola Arias (Argentina, 1976) è scrittrice e regista teatrale e cinematografica. Artista poliedrica la cui opera coinvolge persone di diversa estrazione e provenienza (veterani di guerra, ex comunisti, bambini migranti, ecc.) in progetti teatrali, cinematografici, letterari, musicali e di arti visive, Arias gioca sulla sovrapposizione di realtà e finzione. Oltre ad aver ricevuto prestigiosi riconoscimenti, i suoi lavori sono ospitati in numerosi festival internazionali tra i quali il Lift Festival di Londra, Under the Radar di New York, Festival di Avignone, Theater Spektakel a Zurigo, Wiener Festwochen, Festival Theaterformen di Brunswick, Hannover, Spielart Festival di Monaco, Berlinale e presso alcuni dei più importanti teatri del mondo tra cui Théâtre de la Ville di Parigi, REDCAT di Los Angeles, Walker Art Centre a Minneapolis, Parque de a Memoria di Buenos Aires, Museum of Contemporary Art di Chicago e il Royal Court Theatre di Londra.