Stiamo caricando

 

Lo studio e la ricerca della verità e della bellezza sono un’attività
in cui è permesso rimanere bambini per tutta la vita 
Albert Einstein

 

Emilia Romagna Teatro Fondazione, Unipol Gruppo e Luca Sossella editore promuovono quattro incontri per raccontare la trasformazione attorno a noi grazie all’Intelligenza Artificiale. Che tu abbia 9 o 99 anni puoi apprendere come distinguere le competenze della ricerca dai luoghi comuni, i saperi dai pregiudizi. Per interpretare le opportunità offerte dalla complessità del presente.

La Commissione europea, nella sua comunicazione “Intelligenza Artificiale per l’Europa”, ha definito l’intelligenza artificiale come la capacità, sia in hardware sia in software, di replicare alcune attività tipicamente umane: percepire e sentire l’ambiente e analizzarlo; possibilità di calcolare e assu- mere decisioni; capacità di agire. È importante comprendere che l’IA non è una tecnologia, ma una disciplina dell’ingegneria informatica. E tenere presente soprattutto che intelligenza e coscienza non devono separarsi.

Ingresso libero, fino a esaurimento posti

Programma

18 marzo

ore 21 // Arena del Sole

GIUSEPPE O. LONGO     

Professore Emerito di Teoria dell’informazione all’Università di Trieste, docente di Cibernetica e Teoria dell’informazione

27 marzo

ore 21 // Auditorium Unipol

CARLO SINI
Professore emerito di Filosofia teoretica presso l’Università Statale di Milano

2 aprile

ore 21 // Arena del Sole

PAOLO BENANTI        

Professore alla Facoltà di Teologia Dipartimento di Teologia morale Pontificia Università Gregoriana

9 aprile

ore 21 // Auditorium Unipol

RITA CUCCHIARA    

Professore al Dipartimento
di Ingegneria “Enzo Ferrari” dell’Università degli studi di Modena e Reggio Emilia

 

in media partnership con

 

 

Seguite la pagina facebook di Oracoli. Saperi e pregiudizi al tempo dell’IA tante curiosità e approfondimenti che ci accompagneranno fino a marzo!!!