Stiamo caricando

Performing Gender - Dance Makes Differences

Performing Gender - Dance Makes Differences

Sharing aperto al pubblico del workshop conclusivo per la tappa italiana del progetto europeo

Bologna ospita un intenso workshop teorico e fisico, condotto dalla dance dramaturg italiana Greta Pieropan e dalla dancemaker olandese Jija Sohn, rivolto a dieci giovani danzatrici italiane.
“Che cos’è naturale? Cos’è la Bellezza? È vero che “se bello vuoi apparire molto devi soffrire”? Oppure è un mito che dobbiamo scardinare? E se siamo pronti a farlo, come? Quanto editiamo in photoshop le nostre vite? Quanto ci lasciamo liberi di giocare con le identità e l’estetica? Quanto permetteremo ai nostri corpi di essere autori di nuove bellezze naturali?
Il workshop si trasformerà in un bootcamp, uno spazio dove danza e ricerca non siano solo sudore, ma dove dance maker, dramaturg e danzatrici possano creare un ambiente inclusivo, dove le individualità creino una collettività potente. Dove la collaborazione sia fondamentale e divertente.”
Questo il tema di indagine del workshop nelle parole della dancemaker Jija Sohn e della dramaturg Greta Pieropan; un tema indagato con la preziosa collaborazione delle dieci giovani danzatrici italiane.
Il workshop e il suo esito finale concludono due anni di intensa formazione e di collaborazione artistica realizzati in Italia, Paesi Bassi, Gran Bretagna, Slovenia e Spagna da 5 dancemaker, 5 dance dramaturg e 50 giovani danzatori e danzatrici, accompagnati dai 6 partner del progetto.

Jija Sohn
Dance maker (Paesi Bassi)
La dancemaker nippo-coreana Jija Sohn ha studiato linguistica applicata negli Stati Uniti prima di decidere di cambiare direzione e concentrarsi sulle arti performative. Nel 2015 si è diplomata alla School of New Dance Development (SNDO) ad Amsterdam ed è stata la prima coreografa a essere selezionata per Moving Forward. Nel suo lavoro, Jija indaga la possibilità di trasformare la diversità culturale in un valore universale.

Greta Pieropan
Dance dramaturg (Italia)
Greta Pieropan ha una formazione in filologia moderna e letteratura. Ha scritto di danza e teatro per varie riviste e, negli ultimi anni, ha iniziato a scrivere anche di uguaglianza di genere nelle arti e nella cultura e sugli stereotipi di genere nella pubblicità. È interessata al contributo di un osservatore esterno al processo creativo e al ruolo del dramaturg, figura che può favorire uno scambio positivo tra artisti e pubblico.

Danzatrici italiane
Chiara Bertuccelli, Vittoria Caneva, Federica Dalla Pozza, Anna Grigiante, Romina Langone, Sofia Magnani, Ilaria Marcolin, Martina Piazzi, Ondina Quadri, Elena Sgarbossa

 

Ingresso gratuito

Performing Gender - Dance Makes Differences è un progetto europeo della durata di due anni,
che vuole proporre un nuovo modello di formazione per i giovani professionisti europei della danza
per aiutarli a sviluppare nuove forme di narrazione e rappresentazione delle identità di genere e LGBTQI.