Stiamo caricando

1917

Arena del Sole
Sala Thierry Salmon

A proposito di questo spettacolo

Un secolo separa l’oggi da quell’ottobre del 1917 che cambiò il corso della storia; tradimenti e disillusioni del totalitarismo allontanano il nostro tempo dalle speranze e dagli slanci che animarono la Rivoluzione Russa. Agata Tomsic e Davide Sacco affrontano la Rivoluzione Russa con una ricerca ‘sonora-vocale’ che attraversa le parole di grandi “pensatori sconfitti” dopo sconfitti con un punto. Nella selezione e nel montaggio drammaturgico, Agata Tomsic si è avvalsa della consulenza di Fausto Malcovati, docente di letteratura russa all’Università Statale di Milano.
1917 è un concerto-spettacolo intonato insieme al Quartetto Noûs per ridare vita alle parole e alle musiche di chi ha vissuto la Rivoluzione d’ottobre: il “Quartetto n. 8 “di Dmitrij Šostakovič, scritto dal compositore in ricordo delle vittime di tutti i totalitarismi; ma anche il genio espressivo di El Lissitzky, Aleksandr Rodčenko, Dmitrij Bisti. Qui dove tutte le arti figurative, musica, teatro, poesia e cinema vissero un’irripetibile stagione di trasformazione, il duo ErosAntEros ha attinto per esplorare le rivoluzioni musicali ed espressive, nonché il complesso rapporto fra artisti e potere.
«Non possiamo accettare il presente come immutabile – spiegano Davide Sacco e Agata Tomsic – da Blok dobbiamo imparare a sognare una ‘giusta, allegra e bellissima vita’, di tutti e per tutti», facendo dell’immaginazione un’arma per trasformare il reale.

Spettacolo collegato alla mostra “Revolutija” ospite al MAMbo

Dati artistici

ideazione e spazio Davide Sacco e Agata Tomsic / ErosAntEros
montaggio drammaturgico Agata Tomsic
consulenza letteraria Fausto Malcovati
montaggio musicale, live electronics, luci e regia Davide Sacco
con Agata Tomsic e il Quartetto Noûs (Tiziano Baviera, Alberto Franchin/violini, Sara Dambruoso/viola, Tommaso Tesini/violoncello)

animazioni Gianluca Sacco
costumi Laura Dondoli
direzione tecnica Paolo Baldini
materiali testuali Vladimir Majakovskij, Bene!, Lenin, La rivoluzione, Canaglie!, Radio-Ottobre; Aleksandr Blok, I dodici, Intelligencija e rivoluzione; Velimir Chlebnikov, Solo noi, arrotolati i vostri tre anni di guerra; Sergej Esenin, Il cantante appello; Boris Pasternak, Il dottor Živago; Michail Geršenzon, Corrispondenza da un angolo all’altro 
materiali musicali Dmitrij Šostakovič ,Quartetto n. 8 in do minore, op. 110; Grigorij Mačtet, Tormentato da una dura prigionia; Pierre de Geyter, L’Internazionale materiali visivi Dmitrij Bisti, El Lissitzky, Aleksandr Rodcenko
commissione di RAVENNA FESTIVAL
in coproduzione con EROSANTEROS
in collaborazione con LA CORTE OSPITALE e con RAVENNA TEATRO

foto di Gianluca Sacco

Se ti piace 1917 ti suggeriamo anche:

dal 10/05/2018
al 11/05/2018
Arena del Sole
Sala Leo de Berardinis
30/11/2017
Arena del Sole
Sala Thierry Salmon
dal 26/10/2017
al 29/10/2017
Teatro delle Moline
dal 08/11/2017
al 12/11/2017
Arena del Sole
Sala Leo de Berardinis
21/10/2017
Arena del Sole
Sala Leo de Berardinis