fbpx
Stiamo caricando

Sharing Practices | A Forgotten Tune

percorso di canto sensibile

Altri spazi

A proposito di questo laboratorio

ottobre – dicembre // Centro Interculturale Zonarelli
incontri ogni giovedì e domenica fino al 6 dicembre al Centro Interculturale Zonarelli Bologna

Con grande rammarico siamo state costrette a sospendere temporaneamente il laboratorio di canto
A Forgotten Tune, a causa delle disposizioni imposte dal DPCM del 24 ottobre 2020, inerente alle Misure urgenti di contenimento del contagio sull’intero territorio nazionale.

A Forgotten Tune è un percorso di scambio vocale/corale tra donne di diversa provenienza, che intreccia generazioni, sorgenti, corpi e varie esperienze di vocalità, sotto la guida della musicista e compositrice Meike Clarelli, ideatrice del metodo di studio “canto sensibile”. Mettendo in connessione i saperi acustici delle partecipanti con l’esperienza dei cori femminili e femministi, Le Chemin des femmes e Le Core Voci Indisciplinate, incontro dopo incontro, la voce diventa il collante per costruire una comunità temporanea fondata sulla condivisione di patrimoni sonori, messa in comune e trasfigurazione poetica della tradizione vocale e musicale di ciascuna. 
Punto di aggregazione è il testo A Forgotten Tune, componimento poetico della poetessa ugandese Carolyne Afroetry, scritto appositamente per le donne che hanno scelto di aderire al progetto.

Meike Clarelli
Musicista, compositrice e conduttrice di cori femminili. Formatasi all’Università di Musica Contemporanea e Jazz al Conservatorio “Frescobaldi” di Ferrara, studia canto e pedagogia vocale con Imke McMurtrie, psicofonia con Elisa Benassi, canto sufi con Alev Naqiba Kowalzik e musica cinese con il Maestro Wong. Dal 2004 insegna in varie città con il metodo di studio da lei ideato di “canto sensibile”. Nel 2008 fonda a Modena il coro di donne migranti Le Chemin des Femmes e successivamente a Bologna Le Core voci indisciplinate. Dal 2011 è cantante e autrice de La Metralli, vincitore dei Premio Ciampi 2012 e Tenco 2014 per la migliore canzone d’autore. È cantante e compositrice del progetto elettronico Dueventi. Dal 2018 collabora con l’artista visiva Claudia Losi alla realizzazione di performance vocali e produzione discografica. Dal 2013 è parte del Collettivo Amigdala con cui crea progetti performativi di vocalità corale.

Davide Fasulo
Musicista, compositore e conduttore di ensemble strumentali e vocali. Collabora con numerosi artisti e gruppi tra cui Oscar De Summa, Ivano Marescotti, Francesca Grilli, Teatrino Giullare, Teatro dei Gatti, Teatro Sotterraneo, portando in scena le sue composizioni. In collaborazione con Meike Clarelli ha composto e arrangiato per i cori Le Chemin des Femmes, Le Mondine di Novi, Le Core e le performance vocali Elementare e Being There per il Collettivo Amigdala. È compositore e musicista di diversi progetti indipendenti, tra cui La Metralli e Dueventi. Da anni tiene laboratori al Museo della Musica di Bologna, all’Ospedale REMS di Bologna, alla Scuola Popolare di Musica Ivan Illich e in diverse scuole superiori del territorio.

Elisabetta Dallargine
Debutta nel 2000 come voce solista in formazioni rock e funky. Collabora con David Riondino, Sara 6, Antonino di Amici e con produttori come Michele Centonze e Massimo Tagliata. La sua cifra distintiva diventa il canto armonizzato. Studia canto lirico e si laurea nel 2014 in canto jazz, arrangiando una suite per quattro voci sulle musiche di Henry Mancini, eseguita dal gruppo vocale femminile Le Macramè, di cui è parte dal 2009. Dal 2010 lavora come cantante e arrangiatrice per Spaghetti Swing, con cui si esibisce in Europa e oltre. Collabora con Silvia Mezzanotte come arrangiatrice e direttrice corale in numerose Masterclass. Attualmente è docente di canto alla Scuola di Teatro Iolanda Gazzerro di Modena (ERT). Dal 2018 collabora con Amigdala per i progetti Elementare, Voce a Vento e Being There.

Dati artistici

Direzione artistica Meike Clarelli e Federica Rocchi
Composizione musicale Meike Clarelli e Davide Fasulo
Direzione del coro Meike Clarelli, Davide Fasulo, Elisabetta Dallargine
con la partecipazione di cori Le Chemin des Femmes e Le Core Voci Indisciplinate
un progetto di  Collettivo Amigdala
a cura di Atlas of Transitions Biennale
promosso da Emilia Romagna Teatro Fondazione e Cantieri Meticci
in collaborazione con Centro Interculturale Zonarelli e AfroWomenPoetry

Il gruppo è stato formato con la collaborazione di associazioni culturali e sociali, cooperative e altre realtà cittadine e persone impegnate nell’accoglienza e nell’inclusione.

Si ringraziano:
Associazione MondoDonna Onlus | Associazione Next Generation Italy | Open Group Coop. Soc. | Arca di Noè Coop. Soc. | Piazza Grande Coop. Soc. | Arci Solidarietà Bologna | ASP Città di Bologna | Società Dolce Coop. Soc. | CIDAS Coop. Soc. | Associazione Italia-Ucraina | Associazione Italia-Vietnam Ponte tra Culture | Associazione donne Filippine | Associazione Universo | Associazione dei peruviani uniti in Bologna APU.BO.

Un ringraziamento particolare a Lamine Sadio, Luisa Granzotto del Centro Interculturale Zonarelli, Dea Melotti del Centro Sociale Italicus, Steno Cimato del Vecchio Son.