Stiamo caricando

Vizio di forma

progetto areadibrocà

Teatro delle Moline

A proposito di questo spettacolo

Anche nell’era dei modelli cibernetici la mente continua ad apparirci, come gli antichi la immaginavano, uno spazio interiore -simile a un teatro- in cui visualizziamo delle immagini che ci consentono di ricordare.
Davanti al dolore degli altri – Susan Sontag

 

Archivio Zeta inaugura al Teatro delle Moline il progetto AREADIBROCÀ che ha come obiettivo di lavorare sulla relazione tra mente, linguaggio, suono, voce, discorso, pensiero. L’area di Brocà, o area del linguaggio articolato, è una parte dell’emisfero dominante del cervello, il centro cerebrale che presiede alla trasformazione in lingua parlata dei nostri pensieri. Prende il nome dal medico e anatomista Paul Pierre Brocà che fu il primo a descriverla nel 1861. La prima tappa del progetto è un cantiere di ricerca dedicato a Primo Levi che, a trent’anni dalla morte, intende indagarne l’opera anche nelle sue parti meno note Vizio di forma, liberamente ispirato ai racconti fantascientifici e all’opera poetica di Primo Levi, debutterà il 9 novembre e verrà replicato fino al 10 dicembre 2017.
Durante questo periodo si avvicenderanno degli ospiti, invitati proprio in virtù della loro passione e conoscenza dell’universo letterario e intellettuale di questo grande testimone, ai quali, dopo lo spettacolo, sarà affidato il compito di approfondire e riflettere, porre e ricevere domande, aggiungere conoscenza e pensiero. Hanno accettato il nostro invito Rossella Menna (studiosa di teatro e dramaturg), Martina Mengoni (Primo Levi e i tedeschi, Einaudi 2017), Lorenzo Pavolini (Rai Radio3, Primo Levi alla Radio), Pietro Scarnera (Primo Levi, Una stella tranquilla, Comma22 2016), Massimo Bucciantini(Esperimento Auschwitz, Einaudi 2011), Domenico Scarpa (Consulente Centro Studi Primo Levi, Album Primo Levi, Einaudi 2017) e Francesco Cassata (Fantascienza?, Einaudi 2016).

  • 11 novembre a seguire dialogo con Rossella Menna
  • 12 novembre a seguire dialogo con Martina Mengoni 

  • 23 novembre a seguire dialogo con Lorenzo Pavolini
  • 25 novembre a seguire dialogo con Pietro Scarnera

  • 8 dicembre a seguire dialogo con Massimo Bucciantini
  • 9 dicembre a seguire dialogo con Domenico Scarpa 
  • 10 dicembre a seguire dialogo con Francesco Cassata 

Al mattino il CANTIERE PRIMO LEVI propone LA ZONA GRIGIA un esperimento di memoria attiva da I sommersi e i salvati di Primo Levi, dedicato alle scuole superiori, in collaborazione con la Scuola di Pace di Monte Sole.
Per informazioni e prenotazioni: e.dogliotti@arenadelsole.it / ufficioscuola@arenadelsole.it / tel 051.2910950

Note

Consigli dalla Biblioteca Salaborsa:

  • Gianluca Guidotti e Enrica Sangiovanni, Incompiuto. Pilade/Pasolini di Archivio Zeta, Archivio Zeta-Fratelli Lega editori, 2016
  • Philippe Van Eeckhout, Il linguaggio ferito. Riprendere a parlare dopo una lesione cerebrale: intervista con Mona Ozouf, Bollati Boringhieri, 2002

 

Dati artistici

‏uno spettacolo liberamente ispirato all’opera di Primo Levi
‏di e con Gianluca Guidotti e Enrica Sangiovanni

musica sonora Patrizio Barontini
tecnica
Andrea Sangiovanni
super8
Alberto Gemmi
oggetti
Franco Fedele
foto
Franco Guardascione
collaborazione
Luisa Costa e Rossella Gibellini
grafica
Web Logo Design

foto di Franco Guardascione

In residenza al "Cantiere Moline" dal 6 al 12 novembre; dal 21 al 26 novembre; dal 4 al 10 dicembre 2017

Se ti piace Vizio di forma ti suggeriamo anche:

dal 20/01/2018
al 22/01/2018
Arena del Sole
Sala Leo de Berardinis
dal 23/01/2018
al 24/01/2018
Arena del Sole
Sala Thierry Salmon
dal 20/12/2017
al 22/12/2017
Teatro delle Moline
dal 02/02/2018
al 04/02/2018
Arena del Sole
Sala Leo de Berardinis
dal 21/11/2017
al 26/11/2017
Arena del Sole
Sala Leo de Berardinis