fbpx
Stiamo caricando

F. Perdere le cose

Arena del Sole
Sala Thierry Salmon

A proposito di questo spettacolo

F. non può entrare in scena con noi, ma è il protagonista dello spettacolo, il centro del dramma. F. lo abbiamo conosciuto un giorno che ci ha avvicinato e ci ha detto: io sono io. Da quel giorno abbiamo cominciato a provare insieme uno spettacolo che parlasse di lui, della sua storia, di chi è, del perché lui è lui. Insieme abbiamo ricordato, siamo incappati in buchi neri, pezzi rimossi, strappati, aperture vertiginose sull’abisso. Da quel giorno i confini dello spazio teatrale non sono stati più gli stessi.
Ci sono delle leggi per le quali F. è tenuto lontano dal palcoscenico e noi non possiamo farci niente. Tutto ciò che possiamo fare è trascorrere del tempo con lui, ascoltare, costruire, lasciarci andare all’incontro e tentare poi di raccontare che cosa significhi per noi la sua assenza. Proprio perché non è da nessuna parte F. è ovunque. Siamo quindi di fronte ad un’assenza enormemente ingombrante, che non potevamo non portare in scena.
Abbiamo quindi cominciato a domandarci: come si porta in scena un assente? Perché F. ci è tenuto lontano? Cosa dobbiamo temere da lui? È pericoloso? Come può entrare in scena senza salire sul palco? Che cosa, di lui, ci riguarda?
F. è uno spettacolo che parla della ostinata volontà di incontrare qualcuno che è difficilissimo incontrare, di un enorme smarrimento, del confine tra palco e platea, tra ciò che è legale e ciò che non lo è.
F. è, dopo “Il giardino dei ciliegi – Trent’anni di felicità in comodato d’uso”, una seconda foto sfocata scattata lungo la Via Emilia.
F. è la domanda difficilissima: cosa è giusto fare in questo momento?
F. è soprattutto F.

Dati artistici

scritto da Kepler-452 (Paola Aiello, Enrico Baraldi, Nicola Borghesi)
regia Nicola Borghesi
dramaturg Enrico Baraldi
in scena Nicola Borghesi, Tamara Balducci e, da qualche parte, F.
luci  Vincent Longuemare
spazio  Vincent Longuemare e Letizia Calori
costumi  Letizia Calori
video  Chiara Caliò
suoni  Bebo Guidetti
tecnico audio e video Alberto Irrera
capo elettricista Tiziano Ruggia
coordinamento  Michela Buscema
produzione Emilia Romagna Teatro Fondazione

 

foto Luca Del Pia

una produzione di F. Perdere le cose • Produzione Emilia Romagna Teatro

Se ti piace F. Perdere le cose ti suggeriamo anche:

Arizona

Una tragedia musicale americana
dal 19/10/2019
al 27/10/2019
Arena del Sole
Sala Thierry Salmon
Un testo per riflettere sul nostro conformismo, le nostre responsabilità, le nostre paure, le nostre miserie

L’ospite inatteso

Incubo di Fëdor Dostoevskij
dal 31/01/2020
al 02/02/2020
Teatro delle Moline
Un viaggio polifonico nell’universo Dostoevskij: un campo di battaglia in cui la ridicola coscienza degli esseri umani non può più rifugiarsi nel sottosuolo
dal 16/01/2020
al 19/01/2020
Arena del Sole
Sala Leo de Berardinis
Il destino tragico di Antigone e del tiranno Creonte nell’interpretazione originale di Massimiliano Civica
17/03/2020
Arena del Sole
Sala Leo de Berardinis
Uno spettacolo per parlare di legalità oggi: se il disimpegno lascia spazio al potere criminale, la “prassi” della corruzione diventa un modus vivendi

Il sadico del villaggio

Omaggio a Marcello Marchesi
dal 21/11/2019
al 24/11/2019
Teatro delle Moline
Un omaggio originale e appassionato al giornalista e autore radio e tv Marcello Marchesi: un pezzo di storia del nostro paese